Rimini Flowform
Fontane della Salute
L’acqua stagnante imputridisce e muore, l’acqua per vivere deve scorrere. In questa fontana l’acqua segue il percorso della lemniscata (un otto formato da due spirali), non è un movimento forzato, ma guidato; se osserviamo, l’acqua percorre un moto a spirale in entrata e una spirale in uscita. Dice Rudolf Steiner:
“esiste nei mondi superiori un processo che si svolge anche nel mondo fisico: la rotazione del vortice. Potete osservare la rotazione del vortice guardando una nebulosa, per esempio quella di Orione. Lì voi vedete una spirale. Solo che il fenomeno è sul piano fisico. Tuttavia potete considerarlo su tutti i piani. Esso si presenta come una spirale che passa nell’altra”. Vediamo così che facciamo compiere all’acqua un moto che è in armonia con i movimenti dell’universo. In questo modo l’acqua non solo non muore, ma si rivitalizza, perché ciò che fluisce nel mondo dall’universo, viene guidato dall’uomo a fluire nell’acqua. Nel 1982 andai in Giugno a fare una vacanza vicino Basilea, a Dornach, per girare intorno alla Libera Università della Scienza dello Spirito Antroposofica e studiare quella atmosfera, in quell’occasione scoprii la particolare architettura degli edifici che sorgevano presso il Goetheanum e tra le varie fotografie che scattai, ne feci una ad un rigagnolo d’acqua che scendeva in una curiosa sequela di accoglienti vasche nelle quali l’acqua descriveva la lemniscata. Serbai quella foto in mezzo alle altre finchè alcuni anni fa, da un amico ricercatore scientifico spirituale in campo agricolo ebbi la richiesta di ricreare quelle forme.

“esiste nei mondi superiori un processo che si svolge anche nel mondo fisico:
la rotazione del vortice”

Messa la foto nel cassetto iniziai a modellare la forma, feci delle prove con l’acqua e vidi che la cosa funzionava, la forma guidava l’acqua, la faceva girare, scontrarsi e poi superando l’ostacolo del flusso di entrata, percorreva la seconda parte della lemniscata per uscire. Quale non fu la sorpresa vedendo che una particolare quantità di liquido, l’acqua nei due incavi, cominciava a pulsare nel senso, che nella prima vascetta saliva di un tanto, per poi defluire e alzare il livello nella seconda, si stabiliva così un ritmo. Per far si che il ritmo permanesse era necessaria una determinata quantità d’acqua in entrata, ne più ne meno. Per me da sempre privo di orecchio musicale, il fatto che potessi aver operato in modo che un ritmo si stabilisse, era una cosa che mi riempiva di gioia. E penso che lo sia per chiunque, perché è estremamente simpatico assistere a questo ballo, a questa alternanza, che è come un prendere e lasciare, un dare e ricevere, che sia una vittoria su ciò che tende a morire? La forma influisce sul ritmo e qui era la forma che creava il ritmo, il tempo veniva arricchito da un altro scandire, non meccanico o elettronico. Allora posso dire, il ritmo e la forma modificano la vitalità dei liquidi e che relazione c’è tra il pulsare ritmico delle vaschette e questa vitalità, questo ancora non so, ma forse lo posso presagire: gli esseri elementarI dell’acqua, che vengono chiamati ondine anche nei miti antichi, dicono all’uomo: … muovo il potere di crescita dell’acqua,
…esso mi plasma la sostanza vitale.



Noi quindi possiamo aiutare per mezzo della forma, e da un movimento indotto magari per mezzo di una pompa elettrica, l’ondina che si crea, muove il potere auto rigenerante dell’acqua, e configura la sostanza vitale che lei stessa generosamente offre nuovamente alla natura per sostenerla. L’acqua è un medium ed un portatore di forze, la stasi annulla tutto ciò e crea i presupposti per la morte, l’acqua non vuole essere egoisticamente per sé, ma per ciò di cui è veicolo; e flusso, ritmo e forma le conferiscono vitalità. Ecco perché l’acqua che esce da queste forme è acqua che porta la vita.


Le Fontane della Salute
Considerando a distanza di vent’anni le immagini delle flowforms sopraesposte, chiaramente appaiono come primordiali, la ricerca sulle flowforms è in continuo divenire come del resto ogni ricerca artistica, voglio quindi presentare un’evoluzione delle immagini precedenti in qualcosa di diverso funzionale e più attuale: alcuni anni dopo e mosso da un anelito ad aiutare chi ha difficoltà renali, e chi non le ha! Nasce questa fontana chiamata anche “ della salute” . La “Fontana della salute” ha la funzione di rivitalizzare l’acqua da bere, l’acqua passa attraverso dodici flowforms, solo per caduta, e quando arriva nella caraffa, non ci crederete! Ma è diversa, e la diversità è persino percepibile al gusto. Se non riuscite a percepirla, provate a darla ad una piantina in difficoltà che avete in casa, la vedrete tornare a nuova vita, come se avesse ricevuto l’acqua di un ruscello di montagna!